La Repubblica – Salute

novembre 2001

“Nell’insorgere dei difetti di vista – spiega Cristina Zandonella – il vedere con sforzo ha un ruolo fondamentale…

Ho sempre riscontrato sforzo e contrazione nel modo di vedere dei pazienti, di conseguenza, un periodo di stress prolungato, può modificare in modo significativo l’equilibrio visivo.

Ho verificato anche, che studenti costretti sui libri controvoglia, sviluppano un’exoforia, un’insufficienza di convergenza: gli occhi esprimono per via somatica il desiderio di evadere”.